Aguaplano-Officina del libro su Facebook Aguaplano-Officina del libro su Twitter Aguaplano-Officina del libro su Instagram Aguaplano-Officina del libro su Medium
   € 16,00
 Condividi 
Annalisa Volpone (a cura di)

La felicità di essere tristi

Saggi sulla melanconia


2017

Isbn: 9788897738947
Pagine: 264



Al confine tra le emozioni, nel punto in cui tristezza, gioia, memoria e fantasia trovano il loro fragile equilibrio, la melanconia indica una vera e propria categoria estetica. I saggi che compongono questo volume indagano la melanconia nel suo farsi racconto e linguaggio attraverso i secoli, nello specifico ambito della letteratura anglosassone dal XV al XIX secolo. In una prospettiva interdisciplinare, applicando strumenti dell'analisi letteraria, della linguistica e delle neuroscienze, la «English malady» emerge in tutta la sua complessità psicologica, le stratificazioni interpretative, i codici con cui viene elaborata dall'individuo e dalla società, per venire infine distillata nelle forme della letteratura e della poesia. Dall'Anatomy di Robert Burton alla malattia dell'Amleto shakespeariano, dai drammi di John Ford ai travelogue di Henry Fielding, fino alle meditazioni poetiche di John Keats e Oscar Wilde, la letteratura inglese si offre così allo sguardo di filologi e critici ma allo stesso tempo incrocia gli esiti della ricerca linguistica, neurobiologica e psichiatrica.  

Saggi di Marco Bagli, Paolo Calabresi, Camilla Caporicci, Roberto De Romanis, Yhara M. Formisano, Roberta Mastrofini, Francesca Montesperelli, Cristiano Ragni, Jodi L. Sandford, Anna Torti, Annalisa Volpone.
Annalisa Volpone è Professore associato di Letteratura inglese all’Università degli Studi di Perugia, dove è anche condirettore del CEMS (Centre for European Modernism Studies). È autrice di Speak to Us of Emailia: per una lettura ipertestuale di Finnegans Wake e di Joyce: Give and Take. Oltre che su James Joyce, ha pubblicato anche su Virginia Woolf, Vladimir Nabokov e su Mary Wollstonecraft, William Blake, S.T. Coleridge, P.B. Shelley e Mary Shelley. Il suo principale ambito di ricerca consiste nelle interconnessioni tra letteratura e scienza (in particolare le neuroscienze).Attualmente sta lavorando a una monografia su William Blake e le scienze della mente intitolata ‘In What Furnace Was Thy Brain?’ A Study on William Blake’s Medico-Cultural Imaginaire.
©Copyright 2009-2017 - Tutti i diritti riservati